Italo Fortunato, mesticheria

Mio fratello è vigile del fuoco e l’hanno chiamato con urgenza alle dieci di giovedì sera (non avrà mica nessun dan¬no, mio fratello, se dico questo?). Alle nove di giovedì ero già a letto perché ero stanco. Mi sono svegliato la mattina presto, alle sei e mezza. In Borgo San Frediano c’era già l’acqua. In casa mia erano tutti calmi. L’acqua era marrone, e si vedevano i pesci. Volendo, si poteva anche fare una pescatina.

 

 

Puoi condividere questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *