Vanna Piacentini Caldei, piazza Santa Croce

piazza Santa Croce
piazza Santa Croce

Telefono ai miei cognati. Li informo. ” Ma sei pazza! “, rispondono. Abitano nel viale dei Mille.

Elio: Cerca di rintracciare tuo fratello, è per la macchina, visto che il negozio è bell’andato “. Ritornata in cucina vedo l’acqua che lambisce il davanzale.

piazza Santa Croce

Passavano tronchi lunghissimi. Avevo paura che battessero contro il balcone e lo danneggiassero.

Passavano anche mobili, portoni, manoscritti. E a una certa ora un fiume di nafta. Il puzzo era così forte da essere irrespirabile.

Dissi: ” Forse è il giudizio universale “.

E mi ripre­cipitai al telefono.

Puoi condividere questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *